“Nessuno escluso”

Il progetto “Nessuno escluso” è stato finanziato con il PON “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio e in quelle periferiche” – Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE) – Obiettivo specifico – 10.1 – Azione 10.1.1

Il progetto presentato dal nostro istituto ha ricevuto un finanziamento di € 30.492,00 e si è articolato in 5 differenti moduli formativi.

STEM e competenze digitali

Questo modulo ha affiancato attività incentrate sulle discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e Matematica) all’alfabetizzazione digitale. 
L’esperta Roberta Lombardi e la tutor Maria Vaccaro hanno puntato sul tinkering e l’approccio Inquiry Based per proporre:

  • robotica creativa, con la costruzione di macchine via via più complesse, come morbibot (prima immagine), biglietti d’auguri con led, spazzole rotanti, scribbling machine, auto ad elica (seconda immagine);
  • coding con Scratch per realizzare animazioni e semplici videogame;
  • making + coding con BBC micro:bit, per realizzare un misuratore di amicizia, una scritta scorrevole, un badge, .un contapassi, il gioco sasso carta forbici, una banana sound, l’electro football (terza immagine) e l’electro fishing.

 

SummerTime!

Laboratorio estivo interattivo e ricreativo in lingua inglese, basato su tecniche teatrali, giochi, action songs, attività manuali e creative in lingua inglese.
In compagnia dell’esperta Daniela Orsini e del tutor Simona Capelli, entrambe laureate in lingua inglese, gli studenti hanno vissuto un’esperienza coinvolgente con un accento particolare sullo sviluppo di abilità comunicative e sulla creatività. 

Gli obiettivi principali di SummerTime! sono stati:

  • sviluppo di abilità orali e d’ascolto;
  • trasferimento di conoscenze ed abilità linguistiche in nuove situazioni di apprendimento;
  • uso della lingua straniera applicato alla realizzazione di compiti autentici;
  • spirito di gruppo ed interculturalità;
  • interazione in semplici conversazioni relative al quotidiano utilizzando lessico e funzioni adeguati.

Si è puntato anche sulle seguenti capacità cognitive, socio-affettive e psico-motorie:

  • capacità di attenzione, concentrazione e memorizzazione;
  • capacità di stabilire diverse modalità di relazione con gli altri;
  • capacità di iniziativa, soluzione di problemi e rispetto delle regole;
  • capacità di percezione, comprensione e uso di linguaggi extra-verbali;
  • apacità di esprimere la propria creatività.

 

Danza Hip Hop

La nostra istituzione ha attivato già da qualche anno corsi di danza Hip Hop: considerata come “danza sportiva”, ha dimostrato di possedere un grande potenziale  educativo e formativo.
La natura divertente e coinvolgente della danza Hip Hop:

  • crea uno spazio dove poter socializzare, divertirsi, condividere emozioni,
  • permette a chi la pratica di esprimere la propria interiorità usando il linguaggio non verbale,
  • aiuta a vincere la timidezza e a superare i propri limiti,
  • migliora il senso del ritmo e dello spazio, la coordinazione, il tempo di reazione e la consapevolezza della propria corporeità,
  • dà la possibilità di stringere legami, 
  • è un’alternativa interessante alle discipline o sport in genere più praticati. 

L’esperta di danza hip hop Emanuela Ciavatta e il tutor Leonardo Tartaglia hanno coinvolto 25 studentesse della Borgese nella realizzazione di una grande coreografia, su un tema musicale.
Obiettivi del modulo sono stati:

  • memorizzare ed eseguire combinazioni di coreografia e di movimento
  • migliorare coordinazione, resistenza e capacità ritmica
  • contribuire alla creazione di una coreografia
  • sviluppare i linguaggi espressivi non verbali
  • esplorare e capire la cultura giovanile attraverso stili di danza
  • collaborare all’interno di un gruppo eterogeneo
  • creare una coreografia
  • partecipare alla manifestazione provinciale ‘Olimpiadi della Danza’
  • documentare con foto e video.

Trattamento precoce dei Disturbi Specifici di Apprendimento

Il modulo è stato realizzato dagli esperti Federica Martina (psicologa) e Graziano Attilio Sartori (psicomotricista), con la collaborazione delle tutor Francesca Contento e Annalisa D’Angelo. 

Il progetto ha coinvolto bambini con età compresa tra i 6 e gli 8 anni, nell’ottica di verificare e/o potenziare caratteristiche proprie di ogni soggetto quali il mantenimento dell’attenzione, il rispetto delle regole, la modulazione comportamentale, il potenziamento dell’apprendimento della letto-scrittura, il favorire i rapporti sociali e la comunicazione tra pari e non.

Mettiamoci alla prova!

Il modulo ha proposto una serie di attività laboratoriali, condotte dall’esperta Erica Angelini, con la collaborazione della tutor Annarita Piccari, per consolidare contenuti e idee di italiano, storia, geografia e scienze. Le attività proposte sono state le seguenti:

  • Giochi cooperativi per formare il gruppo (primo e secondo incontro): il percorso propone attività per imparare giocando a collaborare insieme. 
  • Laboratorio ‘Il lavoro dell’archeologo’: esplorare la differenza fra minerali e rocce; riprodurre i fossili; introdurre il tema della pittura rupestre; creare i nostri colori a dito; costruire gioielli levigando pietre, conchiglie e lavorando funicelle vegetali.
  • Laboratorio ‘Colori naturali’: costruzione del “quaderno delle piante tintorie”; preparazione di un “ecoprinting” su tessuti di lana e seta; conoscenza dei principali metodi di estrazione del colore e i metodi di tintura.
  • Laboratorio ‘Per fare un albero’: costruzione del libro sensoriale “Il libro dell’ albero” utilizzando diverse tecniche.
  • Laboratorio ‘Foglie ai raggi X’: con l’aiuto di due tavoli luminosi fare esperimenti in controluce; fare osservazioni sulle forme cercando di capire a quali forme geometriche assomigliano. 
  • Laboratorio ‘L’arte di seminare’: narrazioni e attività sulla semina.

Next article

Code Week 2018